Professione installatore: il progetto europeo BRICKS

Certificazione delle competenze

Il progetto europeo BRICKS, vede nella professionalità della mano d’opera la migliore garanzia per l’edilizia del futuro.

Ottenere entro il 2030 un parco edilizio a “energia quasi zero” significa definire un repertorio nazionale dei mestieri nell’edilizia ed una metodologia specifica per realizzare un sistema di formazione omogeneo che superi le attuali differenze regionali entro il 2020, in linea con gli obiettivi 20-20-20.

La definizione di norme tecniche nazionali per le diverse figure impegnate prevede l’adattamento al sistema italiano delle buone pratiche già attuate in ambito europeo per l’elaborazione di uno schema per la certificazione delle competenze. Un sistema di certificazione uniforme con reciproco riconoscimento in Italia e in Europa.

Il progetto BRICKS definisce undici profili professionali per chi opera nel campo edile per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici.

Queste figure sono:

  • auditor energetico
  • installatore di caldaie termiche (<35 kW)
  • installatore di sistemi di isolamento termico a cappotto
  • installatore di impianti geotermici a pompa di calore
  • tecnico dei sistemi di Building Automation;
  • installatore, gestore e manutentore di impianti solari termici
  • installatore di impianti a biomasse
  • manutentori di canne fumarie
  • installatori di impianti fotovoltaici
  • formatore di cantiere
  • formatore d’aula in ambito energetico

Il Tecnico dei Sistemi di Building Automation

Il profilo professionale identificato dal progetto BRICKS è quello del Tecnico dei Sistemi di Building Automation, un operatore specializzato nella configurazione, installazione e integrazione o trasformazione di impianti elettrici tradizionali in sistemi domotici di un edificio (inclusa i sistemi di sicurezza), nonché i sistemi HVAC, in coerenza con i bisogni del committente e le caratteristiche dell’ambiente.

L’applicazione di queste tecnologie di gestione intelligente e computerizzata degli impianti tecnologici dell’edificio consente di migliorare il comfort dell’edificio e più in generale negli ambienti antropizzati.

Sulla base di queste linee guida e grazie al coordinamento di ENEA, con la collaborazione di Fondazione Lombardia per l’Ambiente,  la Commissione per l’aggiornamento del quadro regionale standard professionali di Regione Lombardia (QRSP), ha recepito il nuovo profilo professionale in Novembre 2016.

Questo passaggio, fatto anche in Piemonte ed Emilia Romagna, è il primo step verso la definizione di un modello unico nazionale, che consentirà alle Regioni di poter utilizzare i fondi europei dedicati (FSE) per finanziare percorsi formativi di qualificazione professionale.

Per maggiori informazioni www.bricks.enea.it

CONDIVIDI LA PROFESSIONE
Loading Facebook Comments ...