Cavi elettrici: attenti al fuoco

A settembre è stata pubblicata la Tabella CEI UNEL 35016 – Classi di Reazione al fuoco dei cavi elettrici in relazione al Regolamento UE prodotti da costruzione (305/2011).

Il documento normativo è il primo di una corposa serie di norme revisionate che, nel mondo dei cavi, si rivolge a tutti coloro che si occupano di cavi elettrici per energia e trasmissione dati e che ricadono nell’ambito del Regolamento Prodotti da Costruzione.

Quest’ultimo introduce un linguaggio tecnico armonizzato per le prestazioni e le caratteristiche essenziali di tutti i prodotti da costruzione.

La normativa

Per i cavi elettrici è applicabile dal 10 giugno 2016, data di pubblicazione della EN 50575. In particolare per i cavi, vista la pericolosità in caso di incendio, la Commissione Europea ha previsto 7 classi di prestazione di reazione al fuoco identificate dalle lettere A/B1/B2/C/D/E/F a cui sono state aggiunte alcune prestazioni addizionali di sicurezza relative all’emissione di fumo, gocce incandescenti e acidi (UNI EN 13501-6).

Per facilitare la scelta del cavo adatto per ogni tipo di installazione, il CEI ha identificato con i propri esperti normatori e inserito nella Tabella CEI UNEL 35016 quattro classi di reazione al fuoco, che consentono di rispettare le prescrizioni idi installazione previste dalla Norma CEI 64-8.

I vantaggi

Questa soluzione eviterà confusione per gli utilizzatori e semplificherà la scelta di progettisti ed installatori. È importante sottolineare che fino al 1 luglio 2017 sussisterà un periodo di coesistenza, durante il quale produttori e importatori potranno immettere sul mercato cavi che rispettano o meno il Regolamento CPR.

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicata la UNI CEI TS 11672 per installatori BACS e System Integrator

Efficienza energetica negli impianti elettrici

 

CONDIVIDI LA PROFESSIONE
Loading Facebook Comments ...