Friuli, la flotta PA diventa elettrica

La mobilità diventa sostenibile

Si chiama NeMo FVG ed è un progetto riguardante la motorizzazione elettrica avviato in Friuli Venezia Giulia che guarda alla mobilità sostenibile per la flotta auto pubblica della regione. In particolare intende sostituire 800 veicoli a benzina o diesel, inquinanti e spesso obsoleti, con 560 vetture elettriche da acquistare o utilizzare a noleggio in modalità car sharing.

Il programma Horizon

New Mobility in Friuli Venezia Giulia, questo il nome in esteso del progetto, è finanziato con 900mila euro di fondi comunitari del Programma Horizon 2020, grazie ai quali, da qui al 2019, saranno attivati 14 milioni di euro di investimenti in partnership pubblico-privata.

Buona parte di questi investimenti verranno destinati all’installazione di diverse colonnine di ricarica e alla sostituzione di vecchi veicoli di proprietà della pubblica amministrazione con un servizio di mobilità basato su veicoli elettrici. L’intervento sarà preceduto da un’analisi dettagliata delle esigenze di mobilità e delle flotte di veicoli disponibili e da un piano per la razionalizzazione del numero di veicoli.

Attualmente le PA regionali hanno esigenze di mobilità gestite con almeno 1500 autovetture che viaggiano per 50-100 chilometri al giorno, prevalentemente in ambito urbano.

Dai dati raccolti risulta che il 70% dei veicoli percorre meno di 10.000 km/anno e che molti sono datati: 530 hanno più di 10 anni e, di questi, 320 hanno più di 15 anni. Non solo: per almeno 380 veicoli mancano dati sull’anno d’immatricolazione e/o di percorrenza.

Il progetto NeMo

Il progetto NeMo mette insieme un pool composto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e partner della ricerca, università e industria come AREA Science Park (responsabile della progettazione e del coordinamento tecnico-scientifico), Università di Trieste (per l’analisi dei bisogni di mobilità della PA); BIT – Servizi per l’investimento sul territorio come partner tecnico finanziario, e l’Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi (Aniasa) come esperto di mobilità e Promoscience per gli aspetti di comunicazione e disseminazione.

CONDIVIDI LA PROFESSIONE
Loading Facebook Comments ...