Building Automation e tecnologia autoalimentata wireless

Flessibilità, Efficienza Energetica, Risparmio Di Tempo, Sostenibilità: queste sono alcune delle caratteristiche della tecnologia wireless di Energy Harvesting per la realizzazione di Smart Building

Intervista a Markus Florian di EnOcean

 

La tecnologia EnOcean è la più diffusa e collaudata tecnologia wireless al mondo per l’automawireless per gli edifici sostenibili, la ristrutturazione di edifici storici, e la progettazione di nuove strutture.

Ne abbiamo parlato con Markus Florian, Sales Director Central Europe di EnOcean che ci ha raccontato l’importanza dell’integrazione degli impianti e i benefici della Building Automation.

Qual è l’importanza che stanno assumendo sul mercato gli edifici intelligenti?

Dal 2003 le ditte membri che fanno parte della EnOcean Alliance hanno equipaggiato oltre 400.000 edifici in tutto il mondo con soluzioni base dello standard e tecnologia EnOcean, creando la più ampia base di automazione wireless installata nel campo.

Qual è il ruolo degli standard per la gestione e il controllo degli impianti tecnologici di un edificio?

EnOcean Alliance si occupa della standardizzazione della comunicazione wireless per sensori autoalimentati usati negli edifici e nelle case intelligenti.

L’idea è di dare la massima flessibilità e affidabilità per utenti, proprietari ed operatori attivi nel mondo immobiliare. In più è possibile il monitoraggio e la supervisione degli edifici, comunicando anche verso possibili servizi Cloud tramite l’interfaccia IP.

Dal nostro punto di vista, nel mondo della building automation solo gli standard di comunicazione interoperabili offrono l’espandibilità necessaria per abilitare ai cittadini una vita sostenibile senza rinunciare al comfort o la sicurezza.

Quali sono le principali caratteristiche? Quali i benefici che si hanno realizzando impianti con tecnologia EnOcean?

Uno dei vantaggi principali della tecnologia EnOcean è che i vari sensori possono sfruttare i  concetti di Energy Harvesting, cioè l’uso dell’energia ambientale come energia cinetica, energia solare o differenze di temperatura, per pilotare l’elettronica necessaria per il rilevamento di grandezze fisiche (per esempio temperatura, umidità, luminosità, etc.) senza  l’uso di batterie e, ovviamente, anche eliminando il cablaggio. I sensori creati con la tecnologia EnOcean possono essere installati proprio li dove servono, o nei punti critici.

Per integrazioni con sistemi di domotica realizzati con altri protocolli, sono disponibili interfacce per la comunicazione?

Nel mondo EnOcean esistono varie soluzioni di produttori ben noti che offrono l’interfacciamento dal mondo EnOcean a vari sistemi filati. Tra di loro, per esempio, KNX, BACnet, LonMark, Modbus ed altri. Questo ha lo scopo di unificare efficientemente i vari vantaggi offerti da ciascun sistema.

L’utilizzo di un sistema di Building Automation può facilitare l’ottenimento delle certificazioni di efficienza degli edifici?

Nell’ambito del progetto Europeo BRICKS si prevede di mettere a punto una procedura di certificazione di parte terza basata sulle norme sviluppate in ambito UNI, definendo dettagliatamente le skill professionali come previsto dal Quadro Europeo delle Qualifiche.

Questo processo di ammodernamento è necessario per permettere di raggiungere l’obiettivo definito dalla Comunità Europea di avere un parco edilizio ad energia quasi zero entro l’anno 2020 (nominato programma 20-20-20), sia per edifici nuovi che per strutture in fase di rinnovamento.

La sicurezza può essere un ottimo traino per integrare tutti gli altri dispositivi d’automazione… e viceversa. Come si possono collocare, in tale contesto, le soluzioni wireless?

Già adesso nel mondo EnOcean esistono prodotti e concetti che possono contribuire al mondo della sicurezza o che espandono i sistemi già installati per aggiungere questa funzionalità.

Sensori intelligenti e autoalimentati, per esempio, possono controllare l’apertura o chiusura di una finestra, monitorare il rischio d’allagamento, rilevare la presenza di una persona in un’area specificata, misurare se la temperatura è ancora dentro i limiti definiti o verificare se i consumi d’energia corrispondono alle aspettative.

La facilità nell’installazione e l’assenza di manutenzione abilita ad ampliare ogni edificio, sia nuovo che esistente, con soluzioni intelligenti.

La formazione è un elemento fondamentale per l’applicazione dei sistemi di gestione? Quali sono le proposte di EnOcean?

La formazione è di sicuro un elemento essenziale per presentare nuove tecnologie e concetti relativi alla building automation agli operatori del settore, sia per facilitarne, sia per accelerarne l’uso.

EnOcean Alliance, tramite le ditte che ne fanno parte, supporta la formazione nell’ambito SmartPro contribuendo ai vari corsi con documentazione e materiale specializzato accumulato in oltre 10 anni d’esperienza.

 

EnOcean Alliance

EnOcean Alliance è un consorzio di aziende che lavorano assieme per sviluppare e promuovere sistemi di monitoraggio e
controllo con tecnologia wireless autoalimentata, formalizzando lo standard wireless operabile per edifici sostenibili.

L’obiettivo è la diffusione di edifici verdi intelligenti attraverso la creazione di una vasta gamma di prodotti e soluzioni wireless interoperabili, attraverso la creazione di un mondo migliore – più sicuro, più efficiente nell’utilizzo di risorse, più ecologico.

 

CONDIVIDI LA PROFESSIONE
Loading Facebook Comments ...